Pages

mercoledì 31 dicembre 2008

E' tempo di bilanci...

Oggi è l'ultimo giorno del 2008 e come è abitudine si tirano le somme su quello che è successo in quest'anno. Per me, è stato un anno stupendo, ho capito cosa vuol dire correre, ho partecipato alle prime gare, ho fatto due maratone, di cui una (New York....) ne vado ancora fiero, ho capito cosa vuol dire infortunarsi, cosa vuol dire correre con metodo e costanza, ma soprattutto ho capito quanto è bello correre. Di sport ne ho praticati parecchi, dal calcio alla Pallacanestro (nonostante la statura, dallo sci alla bici, ma senza minimo ombra di dubbio, la corsa viene al primo posto. Lo si capisce da mille cose, da come programmi la giornata in base all'allenamento che hai programmato o da come cambia la tua alimentazione in base alla gara che avrai il giorno dopo.
Al 2009 chiedo di essere esaltante come lo è stato il 2008. Nienti di più, niente di meno.
Il 2009 dovrà essere l'anno della consacrazione, sarà l'anno in cui farò la Maratona di Roma e sarà l'anno in cui abbatterò il muro delle 3h 30 nella Maratona di Berlino.
Non vedo l'ora proprio di iniziare questo 2009...

BUON ANNO A TUTTI AMICI RUNNER

lunedì 22 dicembre 2008

Maratonina di Natale



Domenica non ho resistito ed ho partecipato all'ultima gara "competitiva" in calendario per quest'anno...la Maratonina di Natale a San Marino. Il percorso, di 15,8 km, è impegnativo, con continui saliscendi e salite lunghe. Ho conluso la gara in un ottimo 1 h20 (5:01/km), finendo al 321° posto su 453.
Queste gare, mi lasciano sensazioni sia positivi che negativi:
Positive: ho risposto benissimo alle salite, non ho mai mollato e ho recuperato parecchie posizioni.

Negative:
in discesa vado troppo piano, sono stato letteralmente sverniciato da tanti.Inoltre, nonostante l'ottimo tempo e l'ottima media, non capisco come fanno quelli che mi hanno preceduto ad andare così forte!!!!

Approfitto di questo post per fare gli auguri a tutti gli amici runners...chissà quanti voi passeranno le feste correndo...(io farò una non competitiva il 26 Dicembre...)

Buon Natale a tutti!!!!

domenica 14 dicembre 2008

Maratonina di Santa Lucia



Questa domenica decido di partecipare ad una gara competitiva a Savignano sul Rubicone, la Maratonina di S. Lucia di circa 14 km. Fino a pochi giorni fa, avevo sempre "snobbato" le gare locali, e invece, devo dire che sono sempre divertenti e poi, la cosa che a me piace da matti... è il clima gara. Anche se la mattina ti svegli pensando che fai la gara come un allenamento...poi in gara cambi idea e tiro fuori tutto. Risultato....13,87 km in 1:09:12 fatti a 4:59/km. Pensavo di farla a 5:10/km..e invece...per i mei gusti ho fatto un ottimo tempo.
Appena escono le classifiche...posto anche il mio piazzamento.

Buona corsa a tutti!!!

lunedì 8 dicembre 2008

Una strana gara



Questa settimana avevo in programma un test sui 8 km, e sarà che mi manca il clima gara, decido di parteciapre ad una gara non competitiva a Rimini. Ieri mi sentivo in forma, complice anche i 33 arrosticini della sera prima..., e inizia la mia gara. Faccio un km di riscaldamento, obbligatorio visto i 2° gradi...e si parte. La mia intenzione era quella di stare sotto i 5:00/km... ma uno strano imprevisto mi ha colto del tutto impreparato....per circa 3 km abbiamo dovuto correre sulla sabbia. Correre sulla battigia, per le mie ginocchie e caviglie delicate...è stata dura...ma non solo, si fà una fatica disumana.
Nonostante questo...ho fatto un bel tempo, 6,98 km in 34:12 a 4:54/km... tutto sommato un bel tempo.
Domenica prossima, se il tempo lo permette, parteciperò ad una gara competitiva di 14 km a Savignano.
Intanto continuo il mio programma di avanzamento per la Maratona di Roma...in questo momento ho due nemici che mi stanno disturbando, il lavoro...mi stà assorbendo sempre più tempo, e secondo...LA TAVOLA, da quando sono tornato da New York ho preso due kg...ma da martedì...ritorno a dieta!!!

domenica 30 novembre 2008

Riepilogo allenamenti

Per la prima volta in questo mese, sono riuscito a fare quattro uscite in una settimana, rispettando pienamente il programma settimanale. Martedì sono riuscito a fare il progressivo, dove in 54:46 faccio 9,41 km a 5:49/km. Giovedì sera arrivo a casa verso le 20.30 e decido che la mattina seguente sarei andato a correre. La mattina mi sveglio verso le 07.10, alle 7.30 esco e vedo che...piove. Non mi ero mai allenato sotto la pioggia ed ho scoperto che...è semplicemte fantastico!!! L'allenamento che mi aspettava sotto la pioggia ero il fartlek...nelle ripetute sono sempre stato sotto i 4:50/km, totalizzando in 41:23 7,36 km a 5:38/km. Sabato è la giornata del classico lipidico, allenamento che si sta diffondendo a macchia d'olio, dove in 1 ora faccio 9,31 km a 6:32/km. Domenica (cioè oggi) faccio la prova dei 6 km in 29:30.

VISTO CHE CI SIAMO...VOGLIO FARE I COMPLIMENTI A TUTTI GLI AMICI CHE HANNO CORSO LA MARATONA DI FIRENZE IN CONDIZIONI CLIMATICHE PIETOSE...COMPLIMENTI A TUTTI!!!

lunedì 24 novembre 2008

Ancora salite!!!!

La situazione al lavoro è deprimente…sai quando entri in ufficio e non sai quando ne esci…stiamo facendo staordinari su straordinanri nonostante nessuno di noi abbia preso lo stipendio…quindi, per causa di forza maggiore, ho dovuto saltare l'allenamento di giovedì. Piccola nota positiva: è arrivato il Direttore Generale…dico solo che è un Maratoneta e che è Milanista!!!!
Premesso questo, riprendo l'allenamento sabato mattina, con una progressione da 1h 20. Non avevo voglia di andare verso Riccione, tirava troppo vento, quindi rimango sulle mie amate colline, e faccio la progressione in collina. Parto da casa, e dopo 10 secondi vedo il mio Garmin 405 che suona e mi dice che le mia frequenza era sui 190…(ogni tanto fa questo scherzetto) e per riassestarsi ci mette circa 10 minuti. Appurato che non avevo un infarto, continuo a correre cercando di andare il più piano possibile per stare sotto i 140 BPM, faccio il mio girettino preferito che ha un bel dislivello, passando da 25 m di altezza a 150 m:
Totale: km 13,98 km in 1:24:19 a 6'01"/km con una frequenza media (compreso ) di 159 BPM.

Domenica mattina, altro allenamento…l'oramai famosissimo LIPIDICO. Esco di casa alle 08.30 con due gradi, ero supercoperto ma per i primi dieci minuti mi è sembrato di vedere i pinguini di Madagascar…l'allenamento è andato bene, sono riuscito a stare dentro le frequenze:
15 min entro i 140 BPM: 2,34 km a 6:24/km per 137 di FC media
39 min tra 140 e a150 BPM: 6,29 km a 6:15/km per 149 di FC media
Totale: 8,63 km in 54'22 a 6:18/km per 146 BPM.

mercoledì 19 novembre 2008

Ripetute in salita


Allenamento esaltante quello di ieri sera che, come da programma, prevedeva le ripetute in salite. Inizio l'allenamento verso le 18.45, con un buio pesto e un freddo allucinante con una temperatura intorno ai 5 gradi; considerato che ho corso a New York con la stessa temperatura ieri sera ho corso con i calzoncini corti, maglia tecnica a maniche lunghe e giubbino "Stop wind".
Inizio con il riscaldamento, dove in 22:35 faccio 3,91 km a 5:46/km e arrivo al punto delle salite. Le ripetute da fare sono 7, tutte da 20 secondi:
1. 70 metri
2. 69 metri
3. 72 metri
4. 74 metri
5. 77 metri
6. 84 metri
7. 85 metri

I battiti aumentavo e diminuivano in maniera regolare… sembra che l'allenamento abbia raggiunto il suo scopo (vedi grafico). Finite le salite 4 allunghi e poi finalmente una bella doccia calda!!!!
Si riprende giovedì con il Lipidico (di cui ho il copyright).

Buona giornata a tutti!!!!

sabato 15 novembre 2008

La mia tabella di allenamenti da qui alla fine del 2008

Come avevo anticipato nel post precedente, pubblico la tabella di allenamenti che il Marathon Center di Brescia mi ha preparato per le prossime 5 settimane. Finalmente, da marterdì, inizierò a fare le progressioni in salite, mi aspetta tanti allenamenti lipidici (per chi ancora non sà cos'è sono gli allenamenti per sviluppare la potenza lipidica).

Una mia impressione è, che sia una fase di potenziamento in vista della Maratona di Roma...ma lascio a voi ogni commento.
Questa mattina nel frattempo ho provato l'allenamento ondulato, primo allenamento serio dopo la Maratona. Abituato a correre sui ponti e in mezzo alla folla, questa mattina sono ritornato a schivare macchine (da noi i marciapiedi sono una rarità) e a seminare due San Bernardo modello Belle e Sebastiane. Vabbè la corsa è anche questa...va bene così. Giusto per scrivere due numeri, ho fatto 15,66 a 5:22/km, di cui uno (in discesa a 4:30/km).
Buona corsa a tutti!!!

mercoledì 12 novembre 2008

Si ritorna a correre e intanto programmo il 2009


Il ritorno al lavoro dopo questa breve vacanza è stato a dir poco traumatico. Entro in ufficio alle 08.30 ed esco dopo le 20.00, la situazione in ufficio è drammatica (non esagero...), e a breve (se tutto va bene) il giudice accoglierà l'istanza di moratoria (Sì...siamo messi male). Di conseguenza, tempo per la corsa ne ho avuto poco, ho pensato a far riposare le mie gambe e i miei piedi, e ho iniziato a programmare la mia attività podistica per il 2009.
Al momento, le gare sicure sono:
22 Marzo 2009: Maratona di Roma
26 Aprile 2009: Maratona di Padova
20 Settembre 2009: Maratona di Berlino
Novembre 2009: Maratona di Firenze.
In aggiunta a queste:
8 Febbraio 2009:1/2 Maratona di Verona (da valutare...)
6 Settembre 2009: Run Tune Up - 1/2 Maratona di Bologna (sicura)
Nel frattempo è arrivato il mio nuovo piano di allenamento...e finalmente farò un pò salite!!!! Nel prossimo post vi farò vedere tutto il mio piano di allenamento fino alla fine di Dicembre...per i più curiosi, è pieno di allenamenti...LIPIDICI!!!!

Buona corsa a tutti!!!

mercoledì 5 novembre 2008

La Maratona di New York - uptated con il video



Prima di partire per New York, avevo fissato il mio obiettivo in 3h 59m 59s, e se devo essere sincero, non ne ero convinto...anzi prima della partenza cercavo con i miei occhi i pace maker da 4h 15m...domenica non ero proprio in forma, complice un viaggio infinito per colpa di un volo annullato a causa del nubifragio a Roma facendo durare il nostro viaggio 24 ore; poi ci mettiamo che sono stato male con lo stomaco giovedì... e venerdì e sabato ho girato mezza manatthan a piedi...bhè non ero sicuramente in forma. Ma domenica, per la prima volta, ho capito che la maratona è una corsa che corri non solo con le gambe...si corre al 60% con la testa. Arriviamo al ponte di Verrazzano alle 6.45, la temperatura era di circa 2° gradi e io non mi ero coperto abbastanza...per chi non ci è mai stato...ti lasciano aspettare per tre ore abbondanti all'aperto e con un venticello che taglia come una lama. L'attesa è lunga, a farmi compagnia c'è Francesco, un ragazzo di Alessandria, che gentilissimo mi presta anche una maglia e passiamo queste 3 ore parlando doi allenamenti, sensazioni e soliti discorsi che si fanno tra runner. Purtroppo Francesco non parte con me, lui partirà alle 10:20 ed è arrivato il momento di salutarci e farci il classico in bocca al lupo. Finalmente si sale sul ponte, mi posiziono proprio dietro il pace maker delle 4 ore...e boom...sparo di cannone e si parte!!! Dopo neanche 100 metri riesco ad inciampare e per un soffio non finisco per terra...sinceramente non sò neanch'io come ho fatto a non cadere...ma grazie a Dio, riesco a riprendermi. Sono nella parte bassa del Ponte, il mio GPS non prende, e non ho riferimenti, la salita, sarà l'emozione, non si sente, in quei momenti pensavo solo a tutti gli allenamenti fatti e oggi era il momento di raccogliere i frutti!!! Lungo il percorso i riferimenti saranno solo in miglia, i km si troveranno solo in multipli di 5 km...quindi ero spaesato, con me avevo un braccialetto con la tabella per farla in 4 ore in miglia, e per i primi 3 km non sapevo quanto andavo...diciamo che mi fidavo del mio pace maker...all'uscita del ponte scopro che abbiamo fatto il ponte a circa 5:20/km, e subito ho immaginato che il minuto che abbiamo guadagnato sulla tabella di marcia, l'avremmo perso su qualche ponte. Ora siamo a Brooklin, e da qui fino al queensboro, non mi sembra neanche di correre, mi sembra di partecipare ad una festa. Per la prima volta non pensavo a correre, ai battiti, alla velocità, pensavo a dare il "cinque" a tutti i bambini che lo chiedevano, pensavo a salutare tutte le persone che gridavamo "GO FABIO!!!" o "VAI ITALIA", li avrei salutati tutti, uno ad uno, ma era impossibile. In questa fase della corsa, conosco Massimilio, un ragazzo di Salerno, e Domenico, siciliano trapiantato a New York da 23 anni, con un accento splendido, misto tra l'americano e il siciliano. Trovare compagnia durante la corsa è fondamentale, ci aiutiamo a vicenda, chi prende le banane, chi da bere e facciamo quattro chiacchere, ogni tanto controllavo i battiti e vedevano che stavo bene ero sempre sui 155, iniziavo a prendere fiducia. Lo so, facile a dirsi, ma difficile da farsi in maniera convinta. Sapevo che la prima parte del percorso era più facile della seconda , e in un amen arriviamo al passaggio della mezza 1h 58m 20s, il fieno messo in cascina all'inizio è ancora lì. La mia gara si può dire che è iniziata sul Queensboro. Ponte dannatissimo, ma li ho preso conoscenza del fatto che sarei riuscito a finire ciò che ho iniziato. Affronto la salita di petto, non guardo i battiti, al diavolo i battiti, mi accorgo che la gente arranca, lascio indietro il pacemaker (e non lo vedro più...), saluto anche Domenico e Massmiliano, e parto, non so cosa mi è preso ma auemento il ritmo o meglio, loro vanno più piano, io mantengo il ritmo in salita, supero una marea di persone, arriviamo sul punto più alto e lì vedo una serie di cartelli che dicono...se sei arrivato fino a qui...puoi arrivare dove vuoi. Così è stato. In discesa, rallento un attimo per far riprendere i battiti e, finalmente arrivo a Manhattan. Spettacolo puro. Da lì in poi non capirò più niente. Quantificare le persone lungo il percorso è impossibile ma sembra che tutta New York sia lì. Il tifo che fanno è veramente da stadio, e mettere il mio nome sulla maglia è stato la cosa migliore, avrò sentito il mio nome migliaia di volte...e in questi casi è fondamentale. Provo a girarmi e non vedo più il pace maker, le gambe girano a meraviglia nonostante i 30 km sulle gambe, l'unico conteggio che faccio e vedere se riesco a fare una miglia in 9:09, ovvero per mantenere il vantaggio che ho accumulato e riuscire a buttare giù il muro delle 4 ore. Intorno al 30 km faccio fuori metà gel, l'energie iniziano a finire e le banane non bastano più, e all'orrizzonte si vede un altro ponte, quello che porta al Bronx. Percorrere Manhattan è esaltante ma allo stesso tempo duro, non è pianura ma tutto in leggerissimo falso piano. Poco importa, oggi non si molla, devo arrivare alla fine. Arrivo al ponte che porta al Bronx, più corto del Queensboro ma ugualmente duro. Anche questo caso, mi faccio coraggio e non abbasso il ritmo, lo mantengo, e inizio a superare una marea di persone, durante la discesa si intravede il cartello delle 20 miglie, dovevo passarci dopo 3:03:04 e invece il cronomentro segna 3:00:22, vedo che ancora guadagno secondi...nella mia testa mi dico che è quasi fatta, anzi potrei anche rallentare e prenderla più comoda, ma continuo così, un altro miglio e si esce dal Bronx, questa volta il ponte è più facile e si rientra in Manhattan. Qui inizia una piccola crisi, non rallento ma mi sento solo, cerco un compagno che mi aiuti ad affrontare le ultime miglia, inizio a chiedere come va agli italiani, trovo tutte persone in crisi, qualcuno che si ferma e sinceramente volevo fermarmi anche io, ma all'improvviso vedo una signora con la cannotta di terramia con stampato Rimini sul fondoschiena, è lì a 50 metri, raccolgo le ultime energie e la vado a prendere, mi avvicino e inizio a parlargli in dialetto, questa mi guarda con due occhi sgranatati, gli riparlo in dialetto dicendogli "Allora aglia fem?" (allora ce la facciamo?) lei mi guarda, e mi risponde "A ne gliela faz più" (non ce la faccio più!!!). Ci facciamo coraggio a vicenda, e insieme affrontiamo le ultime miglia, dure anche queste perchè a Central Park ci sono un paio di salitine leggere ma, con 40 km nelle gambe tutto si fà più duro. Faccio fuori il gel che avevo lasciato, bevo un pò d'acqua, guardo la signora (non sò il suo nome...) mi chiede quanto manca e neanche a farlo apposta siamo alla 25° miglia, mancano appena 2 km, dovevo passare in 3:48:50 e invece...3:46:20, ho ancora 2:30 di vantaggio!!! Mancano 2km, ho ancora qualche energia di riserva nelle gambe, un signore mi urla "Fabio metti la sesta" e, da vero incosciente, accelero, sapevo di arrivare sotto le 4 ore, ma volevo guadagnare più secondi possibili così, affronto gli ultimi 2 km a 5'20/km, i battiti vanno su, ma non per lo sforzo per l'emozione, arriviamo a central park south, la strada che porta al culumbus circle, indimenticabile, bellissima e inimmaginabile da quante persone ci sono quella via. Continuo ancora a 5'20/km, non mi fermo, passo il Culumbus Circle, e vedo il famigerato cartello delle 26 miglia, mancano circa 300 metri, lo so, è fatta...inizio a tirare su le braccia in segno di vittoria, descrivere questi momenti è impossibile, bisogna solo viverli per capirli, mi aspetta ancora un piccola salitina, ma non la sento neanche, per la testa c'erano altri pensieri, la gioia di aver portato a termine un obiettivo difficile da realizzare, la sensazione di orgoglio personale, perchè se ho finito la maratona è solo grazie ai miei sforzi, alle mie gambe e alla mia testa. Capisco che ho fatto qualcosa di grandioso, il traguardo è lì a pochi metri, do un bacio all'anello del mio matrimonio (come fa Pirlo...) in segno di ringraziamento a mia moglie per essermi stata sempre vicino e poi finalmente l'urlo liberatorio, stile Tardelli durante il Mondiale dell'82, finalmente posso dire di avere finito una Maratona nel migliore dei modi...3 ore 56 minuti e 56 secondi.
In quei momenti la felicità arriva al massimo, mesi e mesi di duro allenamento al caldo o al freddo, pensi alle volte che hai puntato la sveglia alle 6:00, pensi a tutte le volte che magari non avevi voglia di andare a correre e invece dovevi seguire il programma, bhè ora tutto a un senso. In un attimo, tutti gli sforzi sono stati ripagati da una semplice medaglia che non è nè d'oro, nè d'argento o di bronzo e solo una medaglia da finisher, ma te la tieni addosso come se fossi Baldini ad Atene...GREAT JOB FABIO
Il mio video a Manhattan
video

martedì 4 novembre 2008

Una giornata indimenticabile --- Le emozioni


E' proprio così, il 2 Novembre 2008 sarà una di quelle giornate che mi porterò nel cuore per tutta la vita...non penso di esagere, anzi, molti di voi mi capiscono perchè hanno già provato cosa vuol dire far una Maratona a New York; non è una semplice gara, è un passerella che dura per 42 km, è una festa continua, corri con il sorriso sulle labbra per tutto il tempo, senti il tuo nome migliaia di volte, i bambini cercano il tuo cinque, non solo quello della Radcliffe o di Gomes, si vede proprio che cercano me. E' stato uno spettacolo incredibile!!! L'America, senza nulla togliere ad altri paesi, è il paese giusto per correre queste gare, la gente ai bordi delle strade non è lì solo per incitarti, ma per aiutarti...a Manatthan ho visto un signore con due casse piene di banane da distribuire a chi correva, alcuni ti davano i Chupa, altri le arance, altri ancora gli scottex per asciugarti, chi ti dava bottiglie di acqua o chi ti dava delle cicche...mai visto un popolo così. L'America e gli Americani sono fantastici. New York è il posto migliore per correre una maratona, la cornice che trovi è unica, ma soprattutto la folla è fantastica, entrare a Manhattan dal Queensboro è come entrare a San Siro e anche se non ti chiami Kakà per loro sei sempre un campione. Lo si capisce da come ti incitano per le strade, da come urlano il tuo nome, da come ti sorridono quando giri con la medaglia al collo e ognuno di loro si complimentano e ti chiedono in quanto tempo l'hai fatta...
Appena rientro in me inizio il post sulla gara che, con il senno di poi, posso dire che è stata semplicemente perfetta!!!
Un ringraziamento particolare va a Mathias e Daniele...per quello che hanno combinato in questi giorni...Grazie davvero...
Intanto posto la foto dell'arrivo...

martedì 28 ottobre 2008

-1...ci siamo..e come diceva Caressa ...Chiudete le valigie amici SI VA A NEW YORK


Finalmente si parte...non sto più nella pelle, sono straemozionato. Non sò perchè, ma oggi mi è venuta in mente la frase di Caressa, il commentatore di Sky, che, ad ogni fine partita si congedava dai suoi telespettatori con un "Chiudete le valigie amici...si va a Berlino". Non so quanti di voi hanno ascoltato Eye of tiger con il commento dei gol di Fabio Caressa...è una canzone che trasmette adrenalina allo stato puro, e ti fa rivevere quei momenti esaltanti del Mondiale 2006 e, in modo diverso, mi sembra di rivivere lo stesso tipo di emozioni come intensità.
Ringranzio tutti quanti per gli incoraggiamenti, gl'imbocca al lupo, i consigli e tutto il resto. Grazie davvero.
Quindi...

CHIUDETE LE VALIGIE AMICI SI VA A NEW YORK!!!!

lunedì 27 ottobre 2008

-2 alla Partenza...come seguire la gara!!!!

Mancano 2 giorni alla partenza, sono giorni frenetici, ci sono mille cose da fare e altre mille da preparare...devo lasciare le consegne al lavoro, devo preparare le valigie, preparare telecamera e macchina fotografica, devo pensare a come vestirmi il giorno della gara, e tra una cosa e l'altra oggi sono riuscito a configurare nel sito della Maratona di New York l'elenco delle persone che riceveranno ad ogni mio passaggio una email con il tempo e la posizione in classifica. Per far contenti tutti, su idea di Danile (w il Barca) ho creato un account di posta su libero dove verranno mandati le email ad ogni mio passaggio...basta andare su e digitare:
nomeutente: fabiomaratona
password: fabiomaratona

Ragazzi...nel caso non ve ne siete accorti...non stò più nella pelle!!!!

A domani per l'ultimo post premaratona!!!

domenica 26 ottobre 2008

-3 alla Partenza...oltre 1100 km per preparare la Maratona di NY



Eh sì, oggi ho fatto il conteggio dei chilometri che ho percorso questa gara e mi è venuto quasi un mezzo colpo...sono oltre 1100 i chilometri che ho percorso, e, ve lo posso assicurare...non esiste un chilometro in cui non ho pensato a questa gara. Forse sarò noioso, ma il fatto di essere ad un passo dal realizzare quel sogno di cui tanti parlano ma pochi, davvero pochi si mettono di impegno e iniziano a correre e a prepararsi per la Maratona.
Intanto oggi ho percorso 13 km a 5:11/km su un percorso ondulato...ragazzi non sono mai stato così in forma...
Buona corsa a tutti

Fabio

sabato 25 ottobre 2008

-4 alla Partenza...Il numero di pettorale 31848



Finalmente ieri sono riuscito ad allenarmi, scaricando, nel vero senso della parola, la tensione accumulata dal nervoso di questi giorni al lavoro. Purtroppo, e lo dico a malincuore, parto per una piccola vacanza, nel momento peggiore dal punto di vista lavorativo ma, consapevole di andare a fare la gara che sogno da una vita. Detto questo, è tutto pronto, mancano solo le valigie l'ultimo allenamento domenicale...il resto è fatto. Molti mi fanno la solita domanda...Sei pronto??? Finalmente rispondo di sì convinto, da maggio avrò saltato due allenamenti, ho fatto tutto quello che dovevo fare e che mi sono imposto di fare (vedi Dieta...), ora deve passare solo una settimana per salire sul ponte e iniziare a fare quello che oramai sò fare meglio ....CORRERE.

venerdì 24 ottobre 2008

-5 alla Partenza..LA MAGLIA


In anteprima assoluta, potete vedere la divisa con cui correrò la Maratona. Come suggerito da Daniele, ho fatto mettere il nome.
Da qui alla partenza, farò un post al giorno per condividere gli stati d'animo...ma come potete immaginare, la tensione è già alle stelle.
Finalmente questa sera riprendo gli allenamenti...è da martedì che non corro!!!!
Buona corsa a tutti!!!

domenica 19 ottobre 2008

Riepilogo allenamenti...-2 settimane alla Maratona

Scrivo questo post, dopo aver patito le pene dell'inferno al lavoro, purtroppo questa settimana ho dovuto fare orari massacranti e come si suol dire qua in Romagna ... SONO COTTO!!!
Questo è il riepilogo dei miei allenamenti:
Martedì: Progressivo in collina: 13.00 km in 1.15.10, ad un ritmo medio di 5:47/km con una FC media di 158 BPM
Venerdì: Intervall Training: 7.50 km in 41.34, ad un ritmo medio di 5:32/km con una FC media di 163 BPM.
Sabato: Lipidico: 10.66 km in 1.10.18 ad un ritmo medio di 6:35/km con una FC media di 142 BPM.
Domenica: questa mattina punto la sveglia alle 6 di mattina, non per partire presto..ma per guardare la gara della 250, dove, ho visto laurearsi CAMPIONE DEL MONDO, il mio compaesano Marco Simoncelli...sarà stata la gara, o la bella colazione di questa mattina...mi sentivo in forma, nonostante che avessi corso venerdì e sabato. Pensavo di partire con la gambe dure, un pò stanco.... e invece...ero carico come una molla. L'allenamento di oggi, prevedeva 10 minuti sotto i 145, 20 minuti sotto i 155 BPM e 14 km a 5'30/km. Parto piano, i 10 minuti li passo a 139 BPM (non sembra neanche di correre...), i 20 li passo a 152 andando a 5:37/km, poi, non sò come metto il turbo e inizio a volare... i 14 km li faccio a 5:10/km!!!

Totale: 19.28 km in 1:43:04, ad un ritmo medio di 5:20/km con una FC Media di 165 BPM. Niente da dire, sono tornata a casa gasatissimo per avere fatto un ottimo allenamento.
Mi rendo conto solo ora che il più è stato fatto, ora devo solo scaricare e penare che fra due settimane tonde tonde...il ponte di Verazzano mi aspetta.
Buona corsa a tutti.

domenica 12 ottobre 2008

Un bel lungo -3 settimane a NY


Dopo la giornata di ieri, dove ho fatto la mia solita oretta in zona lipidica, oggi ho fatto un allenamento veramente tosto, ma, e risottolineo ma, con risultati mai sperati. L'allenamento prevedeva, 15 minuti sotto i 145, 10 minuti sotto i 155 e 21 km a 5'30/km, fatto sta che i 21 km non li ho fatti a 5'18/km , non so cosa mi è preso, il Garmin mi diceva di rallentare, ma non riuscivo a rallentare, ero gasatissimo, tanto che ad un certo punto, mi sono messo ad urlare "OGGI NON MI FERMA NESSUNO" e così è stato. Da oggi la strada è tutta in discesa, i lavori di "carico" sono tutti alle spalle, da martedì inizia la fare di "scarico", la fase che mi porterà dritto dritto a Central Park. Il percorso di oggi, in prevalenza pianeggiante è stato una goduria, con un finale impegnativo, 2 km di pura salita. Mi è piaciuta la mia determinazione, non ho mai mollato il passo, sono sempre stato sotto i 5:30/km, anche in salita.
Risultati di oggi: 25,85 km a 5:27/km con una FC media di 167 Bpm (nonostante la giornata calda!!!).
Un altro mattoncino è stato messo verso la strada che mi porta a NY...

giovedì 9 ottobre 2008

New York è sempre più vicina...

Prima di partire per l'allenamento, l'occhio mi cade sul mio blog e vedo il contatore che mi dice che mancano 23 giorni alla partenza della Maratona. Tutte le persone che incontro che mi conoscono, mi fanno sempre la solita domanda...sei pronto??? Lo sò, è colpa mia, è un anno che rompo le scatole a tutti con la Maratona di NY, tutti sanno che è il 2 novembre, e inevitabilmente mi chiedono se sono pronto. Domanda facile, ma la risposta non è scontata. In teoria tutto è filato quasi liscio (a parte l'ultimo lungo), mi sono allenamento constantemente, da vero stakanovista, e tutti gli sforzi degli ultimi 6 mesi verrano concentrati in unica gara. Ma non si tratta di una gara qualsiasi, si tratta di un sogno che si realizza e di una promessa fatta a me stesso, mentre portavo a spasso i miei 93 kg su un tapis roulant, mi sono imposto di riuscire a correre e, un giorno non tanto lontano, di essere a NY, per correre non una maratona, ma la maratona. Il 2 Novembre si avvicina, è quando sarò sul ponte di Verazzano, sicuramente penserò a quel momento sul tapis roulant...orgogloso di aver mantenuto una promessa fatta a me stesso.
Dopo questa premessa, oggi mi aspettava un fatlek (di nuovo al buio)...l'allenamento è fialto liscio come l'olio...con un record di 3:55/km!!!

Si riprende sabato con il Lipidico...buona corsa a tutti!!!

mercoledì 8 ottobre 2008

Progressione in collina


Ieri sera, dopo tanto tempo, torno a correre con il buio. L'allenamento in programma è un'ora e 10 in progressione ma, come mi stà capitatando ultimamente, non mi va di fare il solito giro, quindi...sconfino ancora in collina. Come si vede dal grafico, tocco un minimo di 15m sopra il livello del mare fino a sfiorare i 120 metri.
Questa la progressione:
10 minuti sotto i 145 BPM:1.71km a 5:50/km, con 135 di FC media
30 minuti sotto i 155 BPM:5.17km a 5:48/km, con 155 di FC media
30 minuti sotto i 165 BPM:5.26km a 5:42/km, con 165 di FC media
TOTALE:1.10.12 per 12.18km a 5:45/km, con 156 di FC media.
Niente da dire, sono tornato a casa esaltato per aver fatto un allenamento perfetto, nonostante sia in collina, e rispettando le frequenze...è come tornare a casa e far vedere che la maestra di ha messo un bel voto!!!
Aggiornamento dieta: il mio peso si sta attestando sui 71,5kg, manca l'ultimo sforzo per arrivare ai famosi 70 kg...mi mancano due scogli da superare...un battesimo e l'anniversario dei miei suoceri...speriamo di non cedere alla tentazione della cucina romagnola. Per dovere di cronoca, domenica sono riuscito a resistere davanti ad un piatto di nidi di rondine DA FAVOLA fatti in casa da mia suocera, mentre tutti mi mangiavano sotto il naso questo ben di Dio, sono riuscito a resistere e mangiarmi un passato di verdure. La corsa a volte è sacrificio, ma quando corri e senti che le tue gambe girano a meraviglia...la corsa è capace di farti riuscire indenne da una tavola come quella di domenica. Se non è un miracolo questo poco ci manca.

domenica 5 ottobre 2008

Cercavo risposte...forse le ho trovate.

Il lungo di mercoledì mi aveva lasciato con l'amaro in bocca, è stato come un cazzotto in pieno stomaco e nella mia testa c'erano mille domande che mi frullavano per la testa...ce la farò??? e se mi succede in gara???sono pronto???Riuscirò a tagliare il traguardo??? Credo che sia normale, sopratutto in questi momenti, avere pensieri negativi, ma, per mandarli via, l'unica cosa da fare è cercare risposte sul campo. Ieri mattina, riprendo a correre, con in programma il LIPIDICO. Per la prima volta, dopo circa cinque mesi di allenamenti, riesco a rispettare le frequenze dell'allenamento, che, a prima vista può sembrare una cazzata, ma vi posso assicurare che non lo è:
15 minuti entro i 135BPM: 2.36 km a 6:21/km con una frequenza media di 131 BPM
60 minuti tra 135 e 145 BPM: 8.94 km a 6:42/km con una frequenza media di 144 BPM
TOTALE: 12.18KM a 6:35/km con una frequenza media di 143 BPM.
Riuscire a correre per 1h e 20 mantenendo le frequenze basse è difficile, però ti permette di macinare chilometri senza fare fatica, di bruciare grassi e di potenziare la mia base aerobica.
Oggi, mi aspettava un piccolo allenamento in progressione, ma in collina;il giro della domenica era sempre il solito, partivo dal mio paese, e andavo o a Riccione o Rimini, comunque sempre sul mare...e invece oggi...collina. Ho sempre evitato queste strade come la peste, il dislivello non era poi così alto si passa da 21 a 100 metri sopra il livello del mare, ma è un continuo saliscendi. Però, per scacciare definitivamente quei pensieri di merda che mi attanagliano la testa, dovevo cambiare giro e provare nuove strade...ed è andata come volevo. Ho affrontato tutte le salite senza paure, a volte le prendevo di petto alzando anche l'andatura, lo so, non è proprio corretto fare in questo modo, ma dovevo affrontare il nemico d petto, a testa alta...senza paure, ottenendo dei risultati egregi:
10 minuti entro 145 BPM: 1.64 km a 6:06/km con 136 di FC media
50 minuti entro 155 BPM: 8.36 KM a 5:58/km con 156 di FC media
20 minuti entro 165 BPM: 3.68 km a 5:26 km con 164 di FC media
TOTALE: 15.12 km a 5:46/km con 157 di FC media.
I fantasmi se ne sono andati...speriamo una volta per tutte.

giovedì 2 ottobre 2008

Il lungo è andato male

Partiamo dalla conclusione, ieri è andata male. Ieri la giornata era molto calda (22-23°), parto da casa verso le 9.00, con me porto le solite pastiglie di enervit GT e il carbogel della enervit. Vedo subito gli effetti del caldo, i primi 15 minuti parto piano a 6:13/km e la media dei battiti (alta) è stata di 144. Finito il riscaldamento parto a 5:40/km, per poi attestarmi su una media di 5:30, attorno al 15 km, ingurgito il carbogel della Enervit (mai provato...grave errore!!!!) e da lì sono iniziati i dolori...i battiti passano iniziano a salire senza spiegazione, e poi succede il patatrack...al 22 km vomito.
Ora aspettiamo il dà farsi...si accettano consigli.

martedì 30 settembre 2008

I risultati del test

Venerdì scorso sono andato a Brescia al Marathon Center per effettuare il test di soglia incrementale, per ottenere i nuovi valori di soglia aerobica e anaerobica e, come immaginavo, ho avuto la certezza matematica di essere migliorato:

SOGLIA AEROBICA (TEST 23/02/08) FC 159 VELOCITA' 6'07"/KM
SOGLIA AEROBICA (TEST 23/02/08) FC 165 VELOCITA' 5'27"/KM
SOGLIA ANAEROBICA (TEST 23/02/08) FC 174 VELOCITA' 5'05"/KM
SOGLIA ANAEROBICA (TEST 23/02/08) FC 181 VELOCITA' 4'46"/KM

L'allenatore mi ha spiegato che i miei battiti, soprattutto durante lo sforzo, sono più alti rispetto ad altri atleti...e, con stupore, ho scoperto che la velocità che si raggiunge con la soglia aerobica, si avvicina molto a quella da tenere durante la Maratona. In sostanza potrei tentare di fare NY a 5'30/km, ma sinceramente non ne sono tanto convinto.
In questi giorni, anche se non postato ho continuato ad allenarmi...sabato ho provato a fare il lungo da 32 ma ahimè, complice il viaggio di venerdì (650 km di macchina...) e un forte vento contrario, mi hanno costretto ad interrompere l'allenamento al 18 km:
Sabato Prova (non riuscita) 32 km
Riscaldamento: 15 minuti a 5:53/km, 2,54 km con una FC media di 148BPM
Lungo: 1h 41 04 a 5:26/km, 15,83 km con una FC media di 174 BPM
Domenica Lipidico:8,67 km in 57'37" a 6:34/km, con una FC media di 150
Lunedì: Progressivo alla soglia (Allenamento veramente gustoso):
10 minuti entro i 145: 1,63 km a 6:07/km con Fc media a 133 BPM
10 minuti tra 145 e 155: 1,81 km a 5:30/km con Fc media a 154 BPM
10 minuti tra 155 e 165: 1,97 km a 5:05/km con Fc media a 164 BPM
10 minuti tra 165 e 170: 1,94 km a 5:08/km con Fc media a 169 BPM
5 minuti tra 170 e 175: 1,03 km a 4:49/km con Fc media a 175 BPM
5 minuti tra 175 e 180: 1,07 km a 4:39/km con Fc media a 180 BPM
TOTALE: 10,11 km a 5:21/km con Fc media a 161 BPM
Domani mattina proverò nuovamente il lungo da 32 km, ma a 5:35/km e vediamo cosa succede, domani il tempo sarà bello quindi niente scuse...

mercoledì 24 settembre 2008

Riepilogo Allenamenti

Purtroppo la settimana da panico non è terminata, al lavoro stiamo vivendo sul filo del rasoio quotidianamente e questo influenza anche la mia corsa, in più ho preso un raffreddore che non ne vuole sapere di passare...morale della favole…non sono proprio in forma; in più, manca poco alla partenza per NY, ma la tensione mi sta’ rovinando l’attesa.
Dopo questa doverosa premessa, sono riuscito ad allenarmi domenica mattina e mercoledì.
Questi i tempi:
Domenica: Progressivo (con un vento modello Bora di Trieste)
15 minuti entro i 140 BPM: 2,47 km a 6:04/km con 138 di FC media.
90 minuti tra i 140 BPM e 150 BPM: 14,28 km a 6:18/km con 152 di FC media.
35 minuti tra i 150 BPM e 160 BPM: 5,56 km a 6:17/km con 164 di FC media.
Totale: 22,51 km a 6:16/km con 154 di FC media.

Mercoledì: Progressivo alla soglia
10 minuti tra entro i 140 BPM: 1,68 km a 5:57/km con 139 di FC media.
10 minuti tra 140 e 150 BPM: 1,63 km a 6:07/km con 150 di FC media.
10 minuti tra 150 e 160 BPM: 1,80 km a 5:34/km con 159 di FC media.
5 minuti tra 160 e 165 BPM: 0,91 km a 5:30/km con 165 di FC media.
5 minuti tra 165 e 170 BPM: 0,95 km a 5:17/km con 170 di FC media.
5 minuti tra 170 e 175 BPM: 1,02 km a 4:53/km con 175 di FC media.
Totale: 8,65 km a 5:39/km con 158 di FC media.

La cosa positiva è che venerdì sarò a Brescia a sostenere il test per valutare il (spero…) miglioramento…e sabato mi aspetta un lungo da 32 km.

Buona corsa a tutti.

sabato 20 settembre 2008

Settimana da panico

Questa settimana al lavoro è stata veramente dura, il momento è difficile e siamo in tensione dalle 9 alle 19, senza mai fermarci un attimo. Nonostante questo, giovedì mattina riesco ad alzarti presto e alle 7.00 riesco a correre. L'allenamento di giovedì prevedeva il fartlek, con 20 minuti di riscaldamento, per poi alternare 1 minuto forte a 1 di riposo...risultato...8,89 km corsi a 5:26/km con 158 BPM di FC media. Durante il minuto forte ho corso sempre intorno a 4:40/km per poi avvicinarni a 4:10/km. Oggi, ho pagato tutta la stanchezza arretrata, correndo il classico allenamento LIPIDICO, un allenamento che sta diventando di una noiosità allucinante, in più mi sono ritrovato un avversario che non trovavo da tempo...il vento; certo non sarà la Bora di Trieste ma correre contro vento è sempre fastidioso. Stanchezza + raffreddore + vento hanno prodotto un risultato mediocre: 10,46 km a 6:41/km con 146 di FC Media.
Domani corro in progressione per 2h e 15, vediamo che succede, intanto il mio peso sta scendendo in maniera costante, in linea con gli obbiettivi prefissati...ora sono a 73,5 kg...se tengo botta, riesco ad arrivare a 70 kg per New York!!!

martedì 16 settembre 2008

Arriva l'autunno...e arrivano altri tempi.

Finalmente posso dirlo, quest'estate ho seminato di brutto e in questo periodo raccolgo i frutti. Giusto una settimana fa dicevo di essere entrato in forma, oggi posso dire di essere ancora più in forma di una settimana fa. Non stò a esaltarmi ancor di più, quindi faccio parlare i numeri:
I primi 10 minuti sotto i 140 BPM:1,82 km a 5:29/km con una media di 136 BPM
30 minuti tra 140 e 150: 5,32 km a 5:38/km con una media di 150 BPM
25 minuti tra 150 e 160: 4,79 km a 5:13/km con una media di 159 BPM
TOTALE: 12,53 KM a 5:28/km con una media di 152 BPM
Tempi mai visti con una frequenza così bassa...chissà che non ha inciso il fatto che giusto questa mattina ho trovato sul sito nella maratona di New York la mia iscrizione...va a capire...manca poco, New York è sempre più vicina.

domenica 14 settembre 2008

Primo lungo in prerazione di New York

Questa settimana è stata massacrante... da tutti i punti di vista, al lavoro è delirio allo stato puro, per un motivo o per un altro, la sera faccio sempre tardi e mi alzo presto, ieri sono stato ad un Matrimonio, dove mi sono letteralmente sbranato ogni cosa che mi capitava tra le mani, insomma, oggi sono arrivato stanco alla prova del Lungo. Ma partiamo da venerdì, giornata dedicata all'Interval Training, inizio l'allenamento alle 6:40 di mattina (dopo aver dormito appena 5 ore) faccio 10 km con una media totale di 5:29/km, torno a casa contento per aver fatto un ottimo allenamento. Sabato, solito allenamento "Lipidico", corro per un'ora ad una media 6:30/km con una FC media di 143 BPM (no, non è un errore, sono 143...mai fatto un allenamento con delle frequenza così basse). Poi oggi, mi alzo stanco, stanco dal matrimonio di ieri e stanco anche per aver corso due giorni di fila, e sinceramente non avevo voglia di correre per 27 km. Il lungo è stato impostato per farne 2 di riscaldamento (sotto i 150 BPM) e 25 km a 5'40/km. Parto, bartato come dovessi partire per II° Guerra Mondiale, 1 litro d'acqua distribuito in 4 borracce piccoline, 3 pastiglie di Enervit GT e 1 Gel di Carboidrati...ah dimenticavo, non sono riuscito a fare colazione...parto con solo 1 caffè nel corpo. I battiti si alzano subito, arrivo a 145 in un amen, e inizio a preparami il peggio...e invece...TUTTO E' FILATO VERAMENTE LISCIO. Ho corso i 25 km a 5:33/km in un percorso che di lineare non ha niente, anzi, sono riuscito a programmare una salita a 2 km di casa, con 25 km nelle gambe e, tutto è filato liscio. Dovevo andare a 5:40 e invece sono andato a 5:33, non ci riesco ad andare piano, ma a New York mi appicco ai pace maker così non vado fuori ritmo.
Ecco i dati dell'allenamento:
Riscaldamento:2,43 km a 6:10/km con una media di 141 BPM
25 km a 5:33/km con una media di 165 BPM.
New York è sempre più vicina...

mercoledì 10 settembre 2008

Playlist per il lungo...consigli per gli acquisti.



Ragazzi...ho bisogno di tutti voi. Iniziano i lunghi, e devo costruire una playlist da 3 ore abbondanti. Ho bisogno di canzoni che ti tengano sveglio e soprattutto che stimolano la corsa, tanto per interderci mi servono canzoni tipo Paradise City dei Guns N Roses, Basket Case dei Green Day, Touch me dei Doors, Snow dei Red Hot Chili Peppers o It's a long way to the top degli AC DC. Segnalatemi tutte le canzoni che possono essere utili per il lungo di domenica.
Conto sul vostro aiuto!!!

martedì 9 settembre 2008

Ragazzi è ufficiale...sto entrando in forma!!!

Dopo l'esaltante gara di domenica, oggi riprendo gli allenamenti, con in programma un'ora di corsa in progressione, divisi in 10 minuti sotto i 140 BPM,30 minuti tra 141 e 150 BPM e 20 minuti tra 151 e 160 BPM. Inizio a correre e sento ancora le gambe in acido lattico, sono ancora dure, ma corro pensando che dovrebbe essere normale. I primi 10 minuti passano tranquilli, faccio 1,62 km a 6:09/km con FC Media di 135, non male considerando il caldo. Fin qui tutto normale, ma i 30 minuti successivi, mi immaginavo di percorrerli a 6:30/km (la solita media che ho quando faccio questo tipo di allenamento) e invece, corro a 5:50/km per 5,14 km con FC Media di 150...DA NON CREDERE. Le sorprese non sono finite, porto i battiti a 160 e continuano a migliore i dati...3,51 km a 5:42/km con una FC Media di 160. Di solito...basta vedere gli altri post...andavo intorno ai 6:30/km e invece oggi ho fatto dei bei tempi...che sarà successo???
Le risposte possono essere che i 3 kg in meno si fanno sentire, gli allenamenti che ho fatto iniziano a dare i suoi frutti, o chissà quale altro motivo...chi di voi mi sà dare una spiegazione logica (sempre che ci sia...)???

P.s. per Daniele: Oggi non ho bevuto niente e non ho preso nessuna pastiglia di enervit GT...;-)

domenica 7 settembre 2008

Run Tune Up: Obiettivo raggiunto



Iniziamo subito dal primo dato: la 1/2 maratona l'ho finita in 1h 53 56. Soddisfatto. Volevo farla in 1h 55 e direi di essere contento per il risultato, contento per averla finita bene, contento anche perchè oggi faceva un caldo allucinante...ma...iniziamo con i ma: sono un pazzo. Doveva farla in progressione, 7 a 5'40,7 a 5'30 e 7 a 5'20,invece....5'19, 5'18 e 5'17 . Mi vergogno a scivere i battiti, sono finiti alle stelle...ma...CHISSENEFREGA dei battiti. Mi sono posto un obiettivo e l'ho raggiunto. Sono morto ma contento.


Prima della partenza ci siamo visti tutti, Daniele (è irrecuperabile...), Franca (è un missile), Crisina e Giovanni (mi hanno dato 10 minuti...anche loro vanno forte!!!) e Alessandro (un altro irrecuperabile...).
Bene, godiamoci il risultato, ma da martedì si riparte e domenica mi aspetta un lugno da 25 km a 5'40 (ma questa volta starò più attento...)

sabato 6 settembre 2008

Run Tune Up - Pregara



Per impostare la gara, bisogna avere un obiettivo in testa...e il mio è quello di correre la Run Tune Up in 1h 55' ovvero ad una media di 5:29/KM. Ho fatto la mezza di Roma Ostia in 1h 56', per chi ha già avuto il piacere di correrla, il percorso rispetto a quella di Bologna è leggermente più duro, quindi dovrebbe essere un obiettivo facilmente raggiungibile. Uso il condizionale perchè domani a Bologna farà caldo...la temperatura prevista durante la gara sarà dai 27° ai 29°, diciamo che non è proprio il clima ideale per correre. Ma non importa...domani voglio fare una bella gara, è tanto che non sento il clima elettrizzante di una gara, e sento proprio il bisogno di provare certe sensazioni. Oggi ho fatto 7 km con il freno a mano tirato senza mai andare sopra i 150 BPM, giuso per far girare un pò le gambe...insomma ho risparmiato tutte le energie per domani, non voglio avere scuse. Mentre scrivo il post...c'è solo una cosa che mi frulla per la testa...NON VEDO L'ORA DI INIZIARE LA GARA!!!
Buona corsa a tutti!!!

venerdì 5 settembre 2008

Lipidico in vista della gara di domenica

Ieri pomeriggio, ho corso circa 50 minuti, ad una media di 150 battiti, giusto per non appesantire le gare in vista di domenica. All'inizio ho avuto un pò paura, perchè anche se è arrivato Settembre, qua fa sempre caldo ed è molto umido, infatti, ieri ho corso alle 18.30 con 31°. Pensavo di fare i soliti allenamenti deprimenti, tipo quelli di agosto, dove la media era di 6:30/km, e invece, stranamente ieri sfodero un 6:05/km fatto in 54 minuti. Sarò in forma???SPERIAMO!!!
Ragazzi, la dieta funziona, oggi la mia bilancia segna 75,5 kg...inizio a credere di arrivare a 70 kg per NY.
Infine, ultima notizia, mi sono iscritto alla Maratona di Roma. E' presto lo so...ma un calcolatore come me, non poteva aspettare.

martedì 2 settembre 2008

Progressivo alla soglia

Finalmente oggi è arrivato il programma di allenamento per le prossime 4 settimane e, come primo allenamento mi ritrovo questo...Progressivo alla soglia. E' la prima volta che sento questo allenamento ma vedo che posso correre veloce...quindi mi infilo le scarpette e via:
10 min sotto i 140 BPM: 1,75 km a 5:43/km e una media di 136 BPM
10 min tra 140 e 150 BPM: 1,70 km a 5:53/km e una media di 149 BPM
5 min tra 150 e 160 BPM: 0,94 km a 5:19/km e una media di 159 BPM
5 min tra 160 e 165 BPM: 0,95 km a 5:15/km e una media di 165 BPM
5 min tra 165 e 170 BPM: 0,94 km a 5:17/km e una media di 169 BPM
5 min tra 170 e 175 BPM: 1,02 km a 4:53/km e una media di 175 BPM
TOTALE: 8,52 km a 5:32/km e una media di 158 BPM
Un pò cortino, ma mi piace sempre di più andare veloce...mi sa che sto prendendo l'abitudine!!!

domenica 31 agosto 2008

Sabato Lipidico, Domenica in Progressione

L'allenamento di ieri è di una noiosità mostruosa, non c'è playlist che tenga, andare via con il freno a meno tirato, è sempre difficile, in più, quando corro sul lungomare è facile trovare altri runner che ti superano, è mi viene un nervoso allucinante...vabbè, chiudo l'allenamento in 1h16' facendo 11,90km a 6:24/km con una FC media di 149 BPM.
Tutto il pomeriggio mi frulla per la testa che non avevo voglia di continuare a fare il lipidico anche oggi e mi invento un allenamento strano, in preparazione della gara di domenica. 5 km a 5'40, 5 km a 5'30 e 3 km a 5'20. Inizio l'allenamento facendo il primo km a 5:24, il secondo a 5:22, mi dico sono in discesa, e ora vado più piano, il terzo a 5:38, ma il quarto scendo a 5:32 e il quinto a 5:28, quindi faccio i primi 5 km a 5'30 (invece di 5'40). Mi dico di star calmo, di andare piano, e continuo il 6° a 5'25, il 7° a 5:19, il 8° a 5'05, il 9° a 5:20 e il 10° a 5:25, media dei secondi 5 km a 5:20. Mancano 3 km, i battiti iniziano ad alzarsi troppo, e inzio a pensare che ho tirato troppo, ma devo finire... e chiudo a 5:08, 5:14 e 4:56!!!!
Sono 13 km in 1h 09 30 a 5:21/km e 168 BPM.
VA BENE VA BENE VA BENE. Ora bisogna sperare che domenica non faccia un gran caldo e alla Run Tune Up chiudo in 1h 55.
Ah dimenticavo...sono riuscito a completare la prima settimana di flessioni!!!

venerdì 29 agosto 2008

1h di lipidico

Dopo una giornata pallosa al lavoro, finalmente, metto le mie asics, il solito completo della Mizuno e il mio garmin 405 e si parte!!! Inizio l'allenamento alle 19.00, il sole non è alto come al solito, ma si fa sentire. Questa settimana di scarico, prevede per 3 volte di fila il lipidico...
I primi 15 minuti sotto i 140: 6:11/km per 2,42 km a 139 BPM (che precisione)
45 minuti tra 141 e 150:6:37/km per 6,78 km a 150 BPM (sempre meglio..)
TOTALE 10,46 km a 6:23/km a 150 BPM.

Anche questa è fatta...Domani dovrebbe arrivare il nuovo piano di allenamento, quello che dovrò fare per terminare la preparazione alla Maratona di NY...non vedo l'ora di sapere quanti lunghi dovrò fare...

Piccolo aggiornamento sulla dieta, iniziata ufficiosamente 10 giorni fa, ma ufficialmente da lunedì, e il responso dice -2 kg. Arrivare a 70 kg per New York non è un miraggio!!!

mercoledì 27 agosto 2008

Corto veloce

Questa mattina punto la sveglia alle 6:00, e dopo un caffè, una pesca e cazzeggi vari al PC, inizio a correre alle 6:45.
L'allenamento di oggi, è una passeggiata, fa parte dello scarico di questa settimana è stato:
15 min di riscaldamento: 2,68 km a 5:35/km con una FC di 146 BPM
15 min fra 160 e 170 BPM: 3,06 km a 4:54/km con una Fc di 170 BPM
Defaticamento: 1,17km a 5:44/km.

Totale: 6,91 km a 5:18/km a 160 BPM.

Domani, sabato e domenica giornata dedicate al Lipidico...un pò noiose, ma sarà curioso sapere quale passo riuscirò a tenere con le frequenze basse.

lunedì 25 agosto 2008

Il regalo di compleanno

Oggi in programma c'era la prova dei 18 km, ma questa mattina non avevo voglia di correre lento, una dannata volta volevo provare ad andare n pò più forte...e devo dire di esserci riuscito. E così, con la scusa di farmi il regalo di compleanno macino 9 km in collina in 45:27 ad una media 5:02/km con 166 di FC Media. Niente da dire, una volta tanto ho ottenuto quello che volevo.
Alla fine dei 9 km avevo i battiti a 195, le gambe in acido lattico, e un fiatone mai visto...ma ero felice...felice per essere andato veloce. Questa settimana, mi aspetta una settimana di scarico...direi che me la merito!!!
Ahh dimenticavo, anche io, ho iniziato il programma di allenamento per le flessioni...ho fatto il test e ne ho fatte 12...ma la sera facevo fatica a tirar su una bottiglia d'acqua!!!

sabato 23 agosto 2008

Domani chiudo per ferie

Dopo la settimana di fresco della settimana scorsa, purtroppo, è ritornato il mio nemico numero 1...il caldo (31°)!!!.Oggi, come di consueto, ho corso il solito Lipidico. Sono andato un pò più lento della settimana scorsa ma molto veloce di altri sabato:
15:00 corsi a 6:25/km per 2.34 km e una FC media a 139 BPM
60:00 corsi a 6:18/km per 9.52 km e una FC media a 151 BPM
TOTALE: 11,89 KM corsi a 6:19/km ad una media di 149 BPM.
Per domani in programma c'erano 18 km...ma lì farò lunedì. Domani mattina c'è Baldini...chissà non ci regali altre emozioni.

venerdì 22 agosto 2008

Interval Training


L'ultima volta, complice il caldo, durante questa prova, avevo mollato. In genere non mi piace mollare, ma il caldo era troppo difficile da sopportare e fare queste varizioni di ritmo e di frequenza mi aveva fatto andare in crisi. Anche ieri era caldo, durante l'allenamenteo c'erano 31°, ma questa volta non potevo proprio mollare Dopo 20 minuti di riscaldamento dovevo altenare per 5 volte 3:30 con i battiti tra i 165 e 175 e 2:30 di recupero, nè è uscito un buon allenamento:
20 Minuti di riscaldamento: 3,58 km corsi a 5:34/km ad una media di 148 BPM.
1° serie da 3:30: 752 m corsi a 4:39/km ad una media di 171 BPM
2° serie da 3:30: 725 m corsi a 4:49/km ad una media di 173 BPM
3° serie da 3:30: 719 m corsi a 4:51/km ad una media di 175 BPM
4° serie da 3:30: 601 m corsi a 5:03/km ad una media di 175 BPM
5° serie da 3:30: 707 m corsi a 4:56/km ad una media di 177 BPM
TOTALE:10,21 KM A 5,31/KM ad una media 163 BPM.
Diverse le cose positve, sono stato ampiamente sotto i 6:00/km con una media di batti accettabile, il caldo non mi ha fermato e...HO PERSO 1 KG!!!
La strada è quella giusta...l'ho sento.

mercoledì 20 agosto 2008

Ripetute al medio

Inizio a correre alle 18.30, con le gambe ancora un pò stanchine dal lungo di domenica; il programma di oggi prevede le ripetute al medio:
I Primi 20 minuti sotto i 150 BPM:3,55km corsi ad una media di 5:38/KM con una FC media di 146 bpm.
Prima ripetuta di 12 minuti, da correre tra 155 e 165 bpm:2,29 km corsi ad una media di 5:14/km con una FC media di 164 bpm.
Riposo di 2:30: 381 m corsi ad una media di 6:33/km ad una media di 157 bpm.
Seconda ripetuta di 12 minuti: 2,18 km corsi ad una media di 5:30/km con una FC media di 165 BPM.
Riposo di 2:30: 401 m corsi ad una media di 6:14/km con una FC media di 163 BPM.
TOTALE: 9,64 KM IN 54:04 ad un ritmo medio di 5:36/km con una FC media di 158.
Le note positive continuano...nonostante ieri la giornata era abbastanza calda; domani mi aspetta l'interval training, sabato il Lipidico e domenica la prova dei 18 km, che, al momento non sò se la farò domenica o lunedì. Dipende da Baldini, se corre, guardo la Maratona...altrimenti la registro e me la guardo con calma.

martedì 19 agosto 2008

Inizia la dieta


Finalmente oggi sono andato dal dietologo a fare le intolleranze alimentari e il verdetto è stato il seguente: dovrò salutare per i prossimi 40 giorni, maiale (in tutte le forme), farine bianche, legumi secchi, pasta prodotte con farine raffinate, zuccheri e latte, miele, legumi freschi, asparagi, cetrioli, funghi, cicoria, carciofi, aceto, alloro, anice, pinoli, prezzemolo, olio extra vergine, fontina, grana, pecorino, vino e tonno.
La mia giornata alimentare sarà composta così:
Colazione: frutta di stagione
Spuntino: frutta di stagione
Pranzo: Pasta di kamut o farro o riso o pasta integrale. Verdura a volontà tranne quelle sopracitate.
Spuntino: frutta di stagione
Cena: carne o formaggi molli o latticini o uova. Verdura a volontà tranne quelle sopra citate.

Il mio peso ora è di 78 kg…devo arrivare a 70 kg per la Maratona di New York, sono solo due mesi di sofferenza. Forza e coraggio.

domenica 17 agosto 2008

Go Fabio Go


Durante l'allenamento di ieri, ho iniziato a prendere fiducia e a pensare che finalmente il frutto di mesi di allenamento inizino a dare un pò di risultati. Anche oggi la temperatura era fresca, parto alle 07.30 con in testa due ore di corsa in progressione:
15 minuti da tenere sotto i 140 BPM: 2,52 km corsi a 5:57/km con una media di 138 BPM
70 minuti tra i 140 e 150 BPM: 11,66 km corsi a 6:00/km con una media 151 BPM
35 minuti tra i 150 e 160 BPM: 6:08 km corsi a 5:45/km con una media di 166 BPM
TOTALE: 2:00:04 e 20,28 km corsi a 5:55/km con una media di 153 BPM. Era ora!!! Le sensazioni raccolte in questi giorni si sono rivelate giuste...stò andando più forte Non vedovo l'ora di stare sotto i 6:00/km in un lungo...e finalmente oggi dopo tanto tempo sono tornato a farlo.
Martedì mi aspetta il dietologo...speriamo bene!!!!

sabato 16 agosto 2008

Finalmente un pò di fresco...

Giovedì: Fartlek. Inizio l'allenamento alle 7.30 di mattina e dopo un riscaldamento di 20 minuti, inizio ad alternare per 10 volte 1'forte a 1'15 di riposo. L'allenamento fila via liscio come l'olio e chiudo in progressione con l'ultimo minuto a 4:34. I tempi non sono esaltanti, ma considerato che faceva caldo (è sempre il 14 di Agosto...) direi che va più che bene.
Sabato: Lipidico. Inzio con una premessa, ieri c'è stato il diluvio universale e oggi finalmente ho corso con un temperatura accettabile, ovvero 25°.
Inizio i primi 15 minuti dove devo stare sotto i 135 BPM, e scopro che ho tenuto una media di 5:31/km con una media di 134 BPM. NON POTEVO CREDERE AI MIEI OCCHI. Mai andato così forte durante il riscaldamento con una media di battiti così forte!!! L'allenamento prosegue per un'altra ora, dove corro a 6:19/km con una mdiea di 149BPM. Totale allenamento: 1:19:33 corsi ad una media 6:06/km e 147 BPM per un totale di 13,03km.
Mi dispiace per chi è vacanza qua, ma oggi provo con la danza della pioggia...

mercoledì 13 agosto 2008

Mamma che caldo...

Lo so...me le cerco. A volte mi chiedo se sono masochista, ma ieri, con tutto il tempo a disposizione, inizio a correre alle 18 con 32°. Non sò se l'ho fatto per sfida o per demenza, ma alla fine ho voluto sfidare il caldo. L'allenamento previsto era 1h 10 in progressione...e alla fine non è andata poi così male.
10 minuti sotto i 140: km 1,57 a 6.23/km con una media 137 BPM.
40 minuti tra i 140 e 150: km 5,89 a 6:47/km con una media di 151 BPM.
15 minuti tra i 150 e 160: km 2,27 a 6:36/km con una media di 163 BPM.
5 minuti liberi: 1,01 km a 4:58/km con una media di 181 BPM.

Domani provo il doppio allenamento con il Fartlek la mattina e le ripetute in salita la sera. Se sono ancora vivo scriverò come è andata!!!

domenica 10 agosto 2008

Settimana noiosa

Il mio piano di allenamento di questa settimana prevedeva una settimana di scarico, infatti sia giovedì, sia sabato che oggi dovevo fare il Lipidico, ovvero non dovevo mai andare sopra i 150 Bpm.
Giovedì, inizio l'allenamento alle 19 con 31°, e in 1:01 faccio 9.45Km (media 6:32/km )con 145 BPM.
Sabato, inizio l'allenamento alle 08.15, e in 1:10 faccio 10,55 Km (media patetica 6:43/km) sempre 145 BPM.
Oggi, non sò se sono stati i 30 arrosticini di ieri sera, parto alle 6:34 da casa con direzione Misano, e corro per 1:31 facendo 14,81 km ad una media di 6:08/km, e tenendo i battiti a 149 BPM.
Da domani sono in ferie, e finalmente posso allenarmi con calma, e oltre agli allenamenti pianificati, aggiungerò qualche ripetute in salita, giusto per soffrire ancor di più!!!
Si riprende martedì con il Progressivo al Medio (10 minuti sotto i 140 BPM,40 min tra i 140 e 150, 15 min tra i 150 e 160, 5 min liberi a sensazione).

martedì 5 agosto 2008

Allenamento velocissimo

Anche questa mattina punto la sveglia presto, alle 6.00. L'allenamento di oggi prevede un corto veloce, ovvero dopo 15 minuti di riscaldamento entro i 145, 10 minuti tra 160 e 170 BPM. Inizio il tutto alle 6.30 precise, parto con il riscaldamento e, oggi decido di lasciare l'Ipod a casa per godermi il silenzio...infatti in strada non c'è anima viva. Finito il riscaldamento, porto i battiti a 170, e per 10 minuti, corro a 5:03/km facendo 1,98 km.
Riprendo giovedì con il lipidico e con un caldo impressionante.Al momento mi manca di fare un allenamento sotto la pioggia. Spero che arrivi presto...

sabato 2 agosto 2008

Svegliataccia


Visto il risultato dell'allenamento di giovaedì, punto la sveglia alle 05.30. Questa mattina mi aspetta il consueto allenamento del sabato, il "Lipidico", ovvero 15 minuti sotto i 135 e 1 h tra i 135 e 145. Parto da Riccione, zona Alba, alle 06.30, inizio a correre e finalmente non si sente caldo ma si sta bene. L'allenamento fila via liscio come l'olio fino alla 1 ora di corsa, poi arriva al caldo. Sarà, ma patisco troppo il caldo, e gli ultimi 15 minuti sono stati un pò troppo lunghi, sembrano non passare mai, tanto da cambiare musica, dagli ac/dc a caressa che commenta i gol del mondiale con in sottofondo Eye of tiger. Domani mi aspettano la prova dei 12 km...se non piove sarò costretto a fare la danza della pioggia.

giovedì 31 luglio 2008

Questa volta ha vinto il caldo.

Il programma di oggi prevedeva l'interval training, ovvero dopo un riscaldamento di 20 minuti, dovevo portare i battiti da 165-175 per 3:30 per poi recuperare in 2:30, il tutto per 4 volte. Alla terza ho ceduto. Di solito non cedo mai, porto avanti l'allenamento fino alla fine, ma oggi, con 32° gradi e una umidità alle stelle, non ci sono riuscito e alla terza ripetuta ho detto basta. Oltre alla fatica, la causa di tutto questo sono state delle fitte al centro del petto. Spero che sia stato solo il caldo...ma se a qualcuno di voi è capitato o sà cos'è...magari mi farà dormire più sereno. Riprendo sabato, con partenza alle 06.30.

mercoledì 30 luglio 2008

Ripetute al medio

Partiamo da una costante, sarà monotono, ma fa caldo. Inzio l'allenamento alle 18.30, faccio il mio solito riscaldamento da 20 minuti mantenendo i battiti entro i 150 BPM e tengo una media di 5:47. Il programma di oggi prevede due ripetute da 11 minuti tenendo i battiti tra 155 e 165 con 2:30 di recupero. La prima ripetuta la eseguo a 5:21, la seconda a 5:40. I tempi non sono buoni, ma avevo ancora le gambe un pò stanche dal lavoro fatto la settimana scorsa e oggi ho pagato il pegno. Oggi, dopo tanta indecisione, ho chiamato il mio Dietologo per fissare un appunatamento...la pacchia sta per finire...da venerdì 8 agosto si torna a dieta. Voglio arrivare in forma per New York, dagli attuali 76 kg voglio arrivare a 70 kg.

domenica 27 luglio 2008

Riccione - Cattolica: tra ubriachi e ballerine


Per raccontare l'allenamento di oggi, devo partire dalla cena di ieri sera fatta al Ristorante Cinese, dove ho ingorgitato involtini primavera, ravioli alla piastra, spagheti di riso con verdure e carne, pollo in salsa agrodolce (peperoni e ananas). Mi sentivo Fantozzi al Casinò quando dovette bere una quantità incredible di acqua Bertier, la più gasata del mondo.Non sarò stato ad un matrimonio come Alvin...ma poco ci manca. Grazie a Dio la notte riposo e mi sveglio alle 05.30. Parto verso Riccione e inzio a correre alle 06.30, dove mi tocca fare lo slalom tra gl ubriachi e gli storditi del sabato sera, dove, tutti mi guardano con l'espressione...ma questo non è normale. Consapevole di non esserlo, i miei battiti subiscono un'acceralata improvvisa a causa della fuoriuscita delle ballerine di lap dance (...mi sa che non sono ballerine) dal noto night "PEPENERO". Rischio di essere preso sotto, mi riprendo e i battiti tornano alla normalità. Per la cronaca, questa mattina alle 06.30 la temperatura era di 22 Gradi. Chiudo l'allenamento di oggi con 17,27 in 1h e 45 minuti con 155 bpm, i battiti sono un pò altini...ma con questo caldo (e le ballerine) e difficile farlo stare calmo. Finito l'allenamento, mi sono concesso una bella giornata alle terme di Riccione, tra fanghi e acqua termale...ci voleva proprio.

sabato 26 luglio 2008

Correre sul Lungomare di Riccione



Questa mattina punto la sveglia alle 06.00, prendo un caffè e mangio un biscotto con la marmellata. Cazzeggio davanti al PC fino alle 06.45, mi vesto e parto da Coriano intorno alle 07.00. L'allenamento di oggi è il Lipidico, 15 minuti sotto i 135 BPM, poi un ora sotto i 150BPM. L'allenamento è filato via tranquillo, sconfinando di poco i battiti, ma posso dire che il caldo è stato un nemico duro da combattere. Come premio per questo allenamento mi sono concesso una bella colazione al bar della spiaggia. Domani si repilca...1h 45 in progressione da Riccione a Cattolica..., poi giornata di Relax alle Terme di Riccione...dopo aver fatto 50 km questa settimana me la merito!!!!

giovedì 24 luglio 2008

Meno 100 a New York


Oggi mi è arrivato il nuovo numero di Runner's World e, sfogliandolo, trovo subito un articolo che cattura il mio interesse...COMBATTI IL CALDO!!! Guarda il termometro che segna 29 Gradi, ma sul giornale scrivono che bisogna correre presto o tardi, all'ombra o magari con il ghiacchio raccolto in un fazzoletto da legare al collo. Sarà, ma 29° sono sempre 29°, e il caldo non bisogna combatterlo ma semplicemente conviverci. La sensazione, confortata poi dai numeri, è che sto andando più forte rispetto al mese scorso. Tanto per fare un esempio, i primi venti minuti (stando sempre sotto i 150 BPM, un mese fa facevo 3,14 km ora ne faccio 3,45. Sono segnali positivi. Il Fartlek è andato bene, migliorando le prestazione della settimana, e, giusto per fare un altro esempio, l'ultimo minuto del fartlek sono passato da 4:23/km a 3:57/km.
Mentro scrivo vedo che il mio contatore verso New York segna meno 100...a volte non mi sembra vero che parteciperò alla Maratona di New York. Tutto sembra un sogno, stare sul ponte di Verazzano durante la partenza, correre a Central Park, prendere la medaglia di Finisher...
Sembra un sogno, ma fra 100 giorni tutto sarà realtà.

martedì 22 luglio 2008

Si riparte da dove avevo lasciato



L'infortunio è durato poco, il tempo di perdere due allenamenti. Oggi ho ripreso gli allenamenti riprendento dall'allenamento fatto martedì scorso. Ho rispettato i tempi della scorsa settimana, tranne gli ultimi 5 minuti tenendo una media di 4:36 contro 4:47. Ad esser sinceri, il dito mi ha fatto un pò male, ma passati i primi chilometri tutto è magicamente scomparso. Si riprende giovedì, sperando di essere meno invornito e con il dito guarito.

domenica 20 luglio 2008

Invornito sì. Patacca no.


Il dito da nero è diventato rosso, fa meno male...ma sempre male. Correrci sopra non mi sembrava un gran cosa, quindi si rinizia martedì quando il dolore sarà passato. Tutte le riviste dicono che in questi casi, bisogna fermarsi. E io mi fermo, pensando che forse, un pò di riposo, può fare solo che bene.
Ma da martedì si riparte!!!

sabato 19 luglio 2008

Infortunio da invornito???

Paese che vai, nome che trovi...da noi in Romagna si chiamano INVORNITI. Farsi male in un modo banale, è solo da invorniti. Questa mattina ero al mare, mia figlia era sopra le giostre e io con un occhio guardavo cosa combinava e con l'altro leggevo la Gazzetta dello Sport. Mia figlia si sposta, io sempre con un occhio sul giornale e l'altro su di lei, stampo il mio piede contro una giostra. SONO INVORNITO. Ma è mai possibile farsi male così. Ora il mio quarto dito del piede destro è leggermente nero. Speriamo che il Lasonil e ghiaccio facciano il loro dovere. Il dito fa male solo ad appoggiarlo...speriamo che domani passi tutto. Oggi in programma c'era 1h15 di allenamento a fondo lento (sotto i 145 bpm)...l'allenamento è saltato.Che invornito che sono. Per smaltire la rabbia mi metto sul mio AB KING e inizio a fare gli addominali. Ma la rabbia non passa.
Domani è un altro giorno. Speriamo.

giovedì 17 luglio 2008

Fartlek a metà luglio

Giornata strana. Punto la sveglia alle 06.20, con la buona intenzione di iniziare il mio allenamento questa mattina; ma mi imbatto in un grosso problema...i miei occhi non si aprono... prendo il caffè con la speranza di sveglirmi, ma niente. Riesco a connettere il cervello verso le 07.30, quindi tutto rimandato alla sera.Passo una giornata impegnativa in ufficio, tanto da non riuscire neanche a prendere una bottiglia d'acqua durante il pomeriggio.Esco alle 18.30,alle 19.00 sono a casa e alle 19.15 sono già in strada. Il riscaldamento fila via liscio, e dopo 20 minuti inzio il fartlek con 1:00 forte e 1:15 di recupero, il tutto ripetuto 9 volte.

Durante le ripetute, i battiti salgono e scendono che è un piacere, e con questo caldo, tutto è più difficile, ma in fondo, va bene così.

martedì 15 luglio 2008

Progressione al medio


Oggi è una giornata meno afosa rispetto ai giorni scorsi, ma fa sempre caldo. Inizio a correre a Coriano in Via Piane verso le 18.30, parto con poca voglia e un forte mal di testa. Forse è anche questo il bello della corsa, ci si allena anche in condizioni pietose come quella di oggi. Passano i primi di 10 minuti di riscaldamento, porto i batti a 150 e li mantengo per 40 minuti. L'allenamento è noioso, accendo l'Ipod con gli AC/DC ma non funziona. Purtroppo la testa ritorna sui problemi del lavoro e forse non mi godo questo allenamto. Passato i 40 minuti porto i battiti a 160 per 15 minuti e, subito dopo posso correre libero. Gli ultimi 5 minuti li corro a 4:47, ritorno a casa stremato dal caldo e dal mal di testa, ma con la consapevolezza di avere fatto un altro passo in avanti verso New York.

domenica 13 luglio 2008

Il perchè del blog


Ho sempre criticato chi scriveva sui blog, e ora mi ritrovo a scriverne uno, senza sapere neanche il perchè. Questo blog sarà uno specie di diario sui cui scriverò tutte le mie impressioni sulla corsa, sugli allenamenti che farò, le emozioni che si provano durante una gara e, se Dio vuole, i risultati dei miei miglioramenti.
La foto che vedete è emblematica, ritrae la partenza della Maratona di Parigi 2008, conclusa in 4h 53' 08". Il mio obiettivo era finirla in 4h 30', ma, dopo aver corso tra una nevicata, un freddo polare e dopo essermi quasi spaccato il dito indice del mio piede destro, posso dire di essere stato bravo. Ma non basta. Ora, ogni volta che infilo le scarpe per andare a correre, il mio pensiero è rivolto alla prossima Maratona, quella che farò a New York; lì dovrò fermare il cronometro sotto le 3h 50'.
Speriamo bene.

Fabio