Pages

mercoledì 19 novembre 2008

Ripetute in salita


Allenamento esaltante quello di ieri sera che, come da programma, prevedeva le ripetute in salite. Inizio l'allenamento verso le 18.45, con un buio pesto e un freddo allucinante con una temperatura intorno ai 5 gradi; considerato che ho corso a New York con la stessa temperatura ieri sera ho corso con i calzoncini corti, maglia tecnica a maniche lunghe e giubbino "Stop wind".
Inizio con il riscaldamento, dove in 22:35 faccio 3,91 km a 5:46/km e arrivo al punto delle salite. Le ripetute da fare sono 7, tutte da 20 secondi:
1. 70 metri
2. 69 metri
3. 72 metri
4. 74 metri
5. 77 metri
6. 84 metri
7. 85 metri

I battiti aumentavo e diminuivano in maniera regolare… sembra che l'allenamento abbia raggiunto il suo scopo (vedi grafico). Finite le salite 4 allunghi e poi finalmente una bella doccia calda!!!!
Si riprende giovedì con il Lipidico (di cui ho il copyright).

Buona giornata a tutti!!!!

9 commenti:

Anonimo ha detto...

il valore di 180bpm raggiunto alla fine delle salite è buono ma l'escursione con i 150 alla fine di ogni recupero è troppo scarsa. il fine di questo tipo di seduta, oltre al potenziamento, è quello di abituare il cuore ad aumentare il pompaggio nel più breve tempo possibile ed è a tal fine utile che l'escursione sia maggiore. ti consiglio quindi di aumentare il tempo di recupero in modo da scendere a 120bpm, e poi, progressivamente, di fare più ripetute. luciano er califfo.

margantonio ha detto...

concordo con il consiglio di er califfo.
intanto avendoti scoperto (per caso) ti inserisco tra i miei favoriti.

antonio

www.margantonio.blogspot.com

GIAN CARLO ha detto...

Concordo anche io.
Attento solo ad una cosa, che per farlo salire rapidamente da 120 a 180 bisogna tirare di + (sei + riposato per cui non è difficile), ma aumenti il rischio di farti male... specie quando è freddo. Allora magari fanne 15 le prime 5 facendo fare al cuore 120-165 poi quando sei più caldo 120-180

Bacchini Fabio ha detto...

Effettivamente per ottenere il meglio dall'allenamento dovrei riuscire a scendere a 120, ma, sono frequenze troppo basse...che ottengo giusto quando parto...comunque dalla prossima provo ad andare più piano e scendere ancora di frequenza.
GRAZIE PER I CONSIGLI!!!
@Margantonio: anche io ti inserisco tra i miei preferiti.

Gianluca Rigon ha detto...

Belle le ripetute in salita ! Mi riprometto di farle dopo Firenze....
Ciao !

Michele ha detto...

Caro fabio come vedi i lettori dei blog sono esigentissimi: Non soffri abbastanza per i nostri standard :
eh he he he datti da fare lavativo !

Lucky73 ha detto...

Io veramente non ho ancora capito cos'è sto lipidico :-))

Bacchini Fabio ha detto...

E io pensavo di aver fatto un bel allenamento...cacchio qua mi stannno analizzando come se fossi a CSI :-))
Prometto solennemente che dalla prossima mi impegnerò di più. O almeno ci provo.

Mathias ha detto...

ben vengano le analisi puntigliose, miglioriamo grazie a queste, fanne utili consigli..
ma il recupero come lo facevi? correndo o camminando? un buon metodo che uso io per far scender più in fretta il cuore è ritornare camminando. Su salite di 80 metri al 15% recuperavo 1'30 al passo prima di ripartire.. ho fatto un ciclo di 4 settimane quest'estate quando preparavo la gara in salita e questo allenamento mi ha aiutato molto!
(che poi ho il dilemma di metterlo dentro adesso ogni tanto o rimanere sulla mia tabella, ma questo è un altro discorso)